Terrasini. Maniaci senza maggioranza. Slitta l’approvazione del bilancio

Terrasini bilancio

Terrasini bilancio

Lunedì scorso c’è stato il consiglio comunale a Terrasini. Il punto all’ordine del giorno era l’approvazione del bilancio di previsione 2017, slittato a mercoledì 29 Novembre

Il sindaco, Giosuè Maniaci, privo di una maggioranza numerica, chiede all’assise comunale  di approvare il bilancio, “uno strumento tecnico – dice Maniaci – come atto di responsabilità politica nei confronti dei cittadini”.

La replica dell’opposizione non si fa attendere. La consigliera M5S, Eva Deak, attacca l’amministrazione che “da una parte si eleva a paladina di democrazia partecipata e poi chiede ai consiglieri di approvare un bilancio a scatola chiusa” afferma Deak – senza concedere margini di tempo e quindi senza possibilità di presentare emendamenti”.

A sua volta il consigliere Fabio Viviano parla di “fumo negli occhi per i cittadini gettato da un sindaco perennemente in campagna elettorale, che cerca di accaparrare consensi millantando un finanziamento di €1.800.000 per la realizzazione del sottopasso ferroviario di cui sembra non esserci ancora traccia, né di progetto esecutivo né di copertura economica”.

Il Bilancio presenta anche l’aumento del ricorso alle anticipazioni di cassa di 500 mila euro in più rispetto all’anno precedente. Un punto non condiviso dal consiglio comunale.

La reazione del Sindaco

Il primo cittadino inveisce contro i consiglieri di opposizione e la loro presunta richiesta di aumentare le tasse, rivendicando il suo importate risultato elettorale alle ultime elezioni regionali. Duro il botta e risposta con il consigliere Dario Giliberti che ricorda “il tradimento  del programma elettorale sulla rinuncia alle indennità di carica e fa notare che le rimostranze delle opposizioni sono sempre state esattamente nel senso opposto. “Un’amministrazione impegnata nella ricerca di consensi con feste e festini – dice Giliberti – ma sterile rispetto ai bisogni delle fasce più deboli e assente sulle politiche giovanili e sociali. Insensibile di fronte alla condizione dei lavoratori precari comunali, la cui integrazione oraria continua ad essere inspiegabilmente garantita a singhiozzo, a fronte di nessun reale vantaggio economico per l’ente, come dimostrano i numeri riportati dal bilancio”.

Il Sindaco Maniaci, in difficoltà sulle argomentazioni tecniche anche per la poca assistenza da parte dei suoi pochi consiglieri, prova ad accaparrarsi i consensi dell’assise ricordando quanto fatto in questo anno e mezzo di amministrazione. La cosa, però, non convince  i gruppi di opposizione che votano il rinvio della trattazione del bilancio, al fine di permettere agli uffici di recepire il decreto di finanziamento del sottopasso.

La Presidente Ferrigno rinvia al prossimo mercoledì 29 il consiglio comunale.


Seguici su Talenews, le notizie che non ti aspetti

Recommended For You

About the Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This